Amore, Sesso e Relazioni: Monogamia, Single, Coppia Aperta, Scambismo e Poliamore

Amore, cos’è? Quanti modi ci sono per viverlo? L’amore è sicuramente l’argomento di cui parliamo più spesso, a cui pensiamo e su cui fantastichiamo ogni giorno. Tutti sanno cos’è l’amore o, almeno, pensano di conoscerlo. Ma essere innamorati non per forza significa essere attratti sessualmente da qualcuno o desiderare delle relazioni. Amare, fare sesso ed essere impegnati in un rapporto sono tre aspetti fondamentali dell’esistenza umana, ma non è detto che vadano di pari passo. Attenzione dunque, questo articolo potrebbe mettere in dubbio alcune delle vostre credenze più importanti sull’amore.

amore è love in inglese

Curiosità

In amore è lecito tutto ciò che è sano, sicuro e consensuale, come ci insegna il BDSM. Se viene meno la consensualità, si sconfina nella sessualità atipica (parafilie) o deviante (sex crime).
Vedi anche: Sex Offender

Amore, Significato

Che cos’è l’amore? Ce lo siamo chiesto tutti, almeno una volta. Non c’è una sola risposta a questa domanda, poiché l’idea dell’amore è qualcosa di estremamente personale e unico. In generale possiamo definirlo come un sentimento di affetto profondo che ci lega ad un’altra persona, interpretato e percepito da ognuno a proprio modo. Una forma di attaccamento adulto. Ogni amore è diverso: si può amare il proprio animale, un amico, ovviamente i figli e i genitori. Tuttavia, concorderete con me che ogni relazione è unica e non può essere paragonata alle altre.

Sicuramente la relazione romantica è l’unica, tra queste, che può connotarsi anche per la dimensione sessuale. Non è vero il contrario, perché la sessualità può esistere oltre i confini del rapporto amoroso. C’è un modo giusto o sbagliato di vivere l’amore e la sessualità? L’unico errore che può essere commesso è tradire il proprio partner violando gli accordi che sono stati stabiliti per quella specifica relazione, ma questo lo vedremo meglio in seguito.

Anche il concetto di sessualità è estremamente difficile da definire. Ognuno di noi la intende a modo proprio, attribuendole significati e finalità differenti. Ciò è possibile in quanto la sessualità si sviluppa sulla base di tre dimensioni: fisica, emotiva e psicologica. Gli aspetti corporei sono quelli legati alle sensazioni di piacere che, a livello evolutivo, incentivano l’atto riproduttivo (vedi anche: Sesso in Gravidanza). La dimensione emotiva riguarda la condivisione di emozioni e la manifestazione dell’affetto che proviamo per qualcun altro. La mente, invece, contiene tutti i pensieri relativi alla nostra concezione della sessualità e ai significati che le attribuiamo.

Erotismo, Cos’è?

Quando amore e sessualità coincidono, ha origine l’erotismo. L’erotismo contiene tutte e tre le dimensioni della sessualità: il piacere corporeo si associa a correlati affettivi e cognitivi. Il termine non è stato, infatti, stato scelto a caso. Deriva da “eros”, cioè amore. Forse è ciò che distingue il “fare l’amore” dal fare semplicemente del sesso. Questo non vuol dire che avere rapporti sessuali al di fuori di una relazione sentimentale sia meno piacevole. È semplicemente diverso e, per alcuni, preferibile.

L’amore non guarda con gli occhi, ma con l’anima.

William Shakespeare

Relazioni Monogame

Se parliamo di relazione romantica ci viene subito in mente la coppia, intesa come l’unione di due persone legate da dimensioni di affetto e sessualità esclusive. È comprensibile che ciò avvenga, in quando la monogamia è la tipologia di relazione più diffusa nella cultura occidentale in cui viviamo. È la relazione “tradizionalmente intesa”, almeno nella nostra società. Vi siete mai fermati a riflettere sugli assunti impliciti di questo genere di relazione? Vediamoli insieme.

amore in coppia monogama

Innanzitutto la relazione monogama è il rapporto d’eccellenza, primario: l’unica forma di relazione che lo supera per importanza è quello tra genitore e figlio. Per il resto, la coppia tende a mettere in primo piano i propri bisogni, dedicando la maggior parte del tempo a coltivare il rapporto e ad edificare il progetto di vita familiare. Sì, perché la relazione di coppia si fonda sul presupposto che sarà duratura e stabile nel tempo, con obiettivi procreativi e di genitorialità. Fino a non molto tempo fa era implicito anche il concetto di matrimonio, come atto per ufficializzare la relazione. Ad oggi la formalità della coppia non è più un elemento così fondamentale e ha prevalentemente implicazioni legali.

Inoltre, la coppia condivide (con opportuni spazi personali) praticamente tutto: dal luogo in cui vive, alle attività di tempo libero, alle finanze, fino alle responsabilità quotidiane e di gestione della famiglia.

L’elemento più importante, che distingue la monogamia dagli altri tipi di relazione, è il reciproco accordo di esclusività del rapporto: l’amore, l’attrazione sessuale, l’affetto e la dimensione sessuale sono pensati per essere solamente interni alla coppia. Non sono pertanto tollerate relazioni sessuali o romantiche al di fuori.

Curiosità

La monogamia lifetime è ormai sempre più rara. La tendenza attuale è quella vivere più relazioni monogame una dopo l’altra. Si parla infatti di monogamia seriale.

Monogamia: Quando Non Funziona?

Cosa succede quando uno o più di questi assunti viene meno?

Sempre più spesso la validità di questa forma di relazione viene messa in discussione. Non sempre, infatti, è possibile vivere insieme, ad esempio per motivi di lavoro. La sessualità alle volte può non essere soddisfacente, magari per la presenza di disfunzioni sessuali o la mancanza di attrazione. Oppure, come vedremo in seguito, uno dei due partner può decidere sperimentarsi sessualmente al di là della coppia, violando gli accordi condivisi.

Focalizziamoci ora su un aspetto fondamentale: il processo di cambiamento che si verifica quotidianamente, sia a livello di coppia che all’interno dei singoli partner. Le persone, crescendo, possono cambiare idee e prospettive di vita. Ogni avvenimento, che sia più o meno importante, ha un impatto sul nostro modo di percepire noi stessi e la dinamica diadica. Questo si ripercuote inevitabilmente sulla relazione, motivo per cui la coppia deve continuamene riadattarsi alla ricerca di un equilibrio interno tra le parti. Quando ciò non avviene, la rottura è molto probabile.

Curiosità

Circa un matrimonio su tre termina con separazione o divorzio. L’attuale durata media dei matrimoni italiani, secondo i dati ISTAT, è di circa 17 anni.

Detto questo, la monogamia è sicuramente una scelta valida, ma non è per tutti. Ci sono modelli alternativi alla relazione monogama che possono adattarsi meglio alle esigenze di ognuno. Bisogna scegliere ciò che ci rende più felici, non semplicemente “adattarsi” ai modelli più largamente condivisi.

tipi di relazioni amorose

Relazione Non Monogama Nascosta

“Nascosto” è un aggettivo pieno di significato. Per quale motivo bisogna mantenere un segreto? Beh, quando l’altro non è d’accordo. Sono relazioni non monogame nascoste, appunto, quelle che iniziano come diadiche e che con il tempo si allargano, includendo altre persone. Sono situazioni di tradimento e infedeltà che possono riguardare un solo membro della coppia o entrambi. Inoltre, il partner può essere all’oscuro, più o meno consapevole o al corrente delle relazioni extra coniugali dell’altro.

La non monogamia non consensuale è altamente disfunzionale. Il problema non deriva dall’avere più di una relazione contemporaneamente, ma dall’infrangere il patto alla base dell’esclusività della relazione. In questo senso il tradimento non è solo fisico, ma soprattutto affettivo. Quando viene meno la fiducia reciproca ne risente la qualità del rapporto stesso, proprio per tutti gli assunti che abbiamo prima visto essere alla base della relazione diadica.

Vedi anche: Ipersessualità: Criteri Diagnostici, Modelli Teorici, Cause e Terapia

Curiosità

Nonostante le conseguenze negative sulla coppia, in media una persona su quattro è infedele. Il tasso è talmente elevato da portare questo fenomeno al centro di un grande business: quello delle applicazioni e delle piattaforme di incontro specificatamente ideate per persone sposate o comunque impegnate.

tradimento
Designed by Yanalya

Per uscire dall’impasse è possibile adottare delle modalità relazionali di tipo non monogamo consensuale, in cui tutti i partner coinvolti sono consapevoli delle varie dinamiche relazionali e sessuali e hanno dato il loro consenso.

Singletudine e Relazioni

La singletudine è la condizione di chi vive da solo e non ha relazioni stabili, sia per un tempo breve che per un periodo prolungato. È considerabile un’alternativa possibile alla relazione monogama? Ebbene sì, e circa 8 milioni di persone in Italia detengono questo status. Che sia una condizione scelta o meno dalla persona, essere single permette comunque di vivere la propria sessualità, al di fuori di ogni stereotipo, in un modo ovviamente diverso da quello praticato in coppia e che può essere comunque appagante.

Curiosità

Sono molte le motivazioni per cui una persona può essere single. Eccone alcune: sentimenti non contrapposti, incapacità sul piano sociale, mancanza di “sex appeal”, sensazione di “bastarsi”, mancanza di tempo, altre priorità…

Il sigle può, infatti, decidere di avere rapporti sessuali contemporaneamente con più persone senza legarsi affettivamente a nessuna. Questo è possibile in quanto amore e sessualità non sono due facce della stessa medaglia, come spesso si crede: come si può essere attratti sessualmente da qualcuno senza esserne innamorati, allo stesso modo si può amare senza provare attrazione fisica.

Ci sono ormai numerose modalità con cui è possibile trovare partner single e sessualmente disponibili: dal cyber sex ai cosiddetti “scopamici”. Gli “amici con benefici”, in particolare, meritano una riflessione. Questo fenomeno, infatti, sta prendendo sempre più piede perché permette di condividere la propria sessualità con qualcuno che si conosce e si apprezza, con l’accordo di non doversi impegnare sentimentalmente. È un tipo di relazione ricercata sia dagli uomini che dalle donne, che può sempre retrocedere e tornare ad essere una semplice amicizia al momento concordato. Significa vivere la sessualità in un ambiente sicuro ma in totale libertà.

Curiosità

Le persone single hanno maggiori probabilità di sviluppare problematiche di disagio psicologico a causa della mancanza di una figura di riferimento emotivo. E’ il caso, ad esempio, della sindrome del burnout.

Vedi anche: Orgasmo femminile: Cos’è (anatomia e fisiologia), Tipi e Come raggiungerlo

essere single e felice

Relazioni Non Monogame

L’esatto opposto della monogamia sono le relazioni non monogame. Questo gruppo comprende tutte le modalità relazionali diverse da quella della coppia. Ci sono differenti modi per sperimentare la sessualità all’esterno della relazione diadica: l’importante è che i partner condividano un accordo, un piano con regole bene precise che consente di gestire al meglio le varie situazioni. Vediamo quali sono le possibilità non monogame.

Curiosità

La gelosia è più diffusa e meno gestibile nelle relazioni monogame rispetto a quelle non monogame. In questo secondo caso, può essere infatti presente nei primi rapporti extra coniugali, ma si riduce nel tempo: l’obiettivo è che l’altro sia felice.
Per imparare a gestirla, ti consigliamo la lettura:La zoccola etica: Guida al poliamore, alle relazioni aperte e altre avventure

Coppia Aperta

La coppia aperta è una diade che decide, di comune accordo, di aprirsi a relazioni sessuali extra coniugali. Significa che la coppia resta tale dal punto di vista affettivo, non ammettendo rapporti romantici esterni, ma si svincola nella dimensione sessuale.

La sessualità in quest’ottica è soggetta a più variabili. Innanzitutto può accadere che un solo membro della coppia abbia rapporti sessuali con altre persone. Se è una decisione presa da entrambi, perché no? L’aspetto importante, come per ogni relazione non monogama, è imparare a gestire la gelosia. Sicuramente questo sentimento ha connotazioni positive di impegno e unione, ma può rivelare anche incertezza e mancanza di fiducia nell’altro. Se siete persone troppo gelose, quindi, le relazioni non monogame non fanno per voi. L’idea di base di questi tipi di rapporti è in realtà estremamente romantica: amare qualcuno significa volere che realizzi la sua felicità in ogni modo possibile. In altre parole, se il mio partner è felice, allora lo sono anche io.

amore e relazioni tra più persone

In secondo luogo, cambia anche la modalità con cui si possono praticare i rapporti sessuali extra coniugali. Infatti, la coppia può vivere questa sessualità individualmente oppure insieme, includendo uno o più individui all’interno delle loro dinamiche sessuali. È possibile anche partecipare ad eventi, i sex party, organizzati proprio con questa finalità.

Scambismo

Una seconda modalità con cui la coppia può decidere di aprirsi esclusivamente per la sfera della sessualità, e non per quella affettiva, è lo scambismo. Deriva dal termine inglese “swinging” che letteralmente significa oscillante. È infatti una pratica che prevede lo scambio del partner sessuale tra una o più coppie. Anche in questo caso, la coppia può praticare la sessualità in modo individuale o congiunto. Solitamente lo scambismo si svolge in situazioni specifiche, come club privè o party dedicati, in quanto i rapporti sessuali vengono praticati in contemporanea tra i due partner.

Può succedere che da questi “scambi” nascano delle vere e proprie amicizie tra le coppie, che continuano a frequentarsi anche all’esterno dei locali e ad avere rapporti sessuali continuativi nel tempo.

Curiosità

Generalmente la coppia aperta è adottata come modalità preferenziale da persone bisessuali o omosessuali, mentre lo scambismo è praticato maggiormente da eterosessuali. Vedi anche: Comunità LGBT+

scambismo
Designed by Pressfoto

Poliamore

Il poliamore la forma di non monogamia consensuale caratterizzata da maggiore apertura. Le persone sono libere sia nel praticare la propria sessualità che nell’amare chiunque desiderino. La libertà, quindi, non è solo sessuale come nel caso di coppia aperta e scambismo, ma è anche affettiva. Inoltre, nel poliamore il concetto di coppia si perde, a favore dell’idea di rete poliamorosa. È più concepibile, infatti, come un insieme di persone che creano tra loro un sistema di relazioni: ognuno può legarsi ad un altro, che a sua volta può intrattenere relazioni con diverse persone. Ne deriva che si possano articolare varie conformazioni.

Le relazioni possono essere multiple e avere tutte la stessa importanza o essere poste secondo un ordine di gerarchia, in cui si distingue la coppia primaria e le relazioni secondarie. Il sistema di relazioni può coinvolgere anche coppie consolidate e single. Si creano così triadi con rapporto a V o N, ad esempio, a seconda delle relazioni che intercorrono tra i partner.

Gestire una rete di relazioni permette di avere più libertà, ma allo stesso tempo richiede delle competenze, prima fra tutte la capacità di gestione della gelosia.

Curiosità

Poliamore non va confuso con “poligamia”: la poligamia è l’unione in matrimonio di un individuo con due o più persone dell’altro sesso. È una modalità relazionale tipica del contesto islamico, in cui più comunemente è un uomo a sposarsi con più donne.


love e relazioni poliamorose

12 pilastri del poliamore

Nel 2008 Kenneth e  Haslam, curatori dell’Archivio del poliamore all’Istituto Kinsey dell’Indiana University, hanno identificato gli elementi alla base di una buona rete poliamorosa. Hanno teorizzato, così, i 12 pilastri del poliamore.

Curiosità

“La strada che porta all’utopia del poliamore è lunga e tortuosa. Il suo percorso è pieno di ostacoli all’apprendimento ed è costellata di buche e disseminata di vittime. Le ricompense al traguardo sono grandi, ma c’è un prezzo da pagare. Bisogna imparare a superare gli ostacoli che si trovano su questa strada e, purtroppo, i nostri genitori, i nostri coetanei, gli insegnanti ed i preti non sono stati troppo d’aiuto per guidarci lungo il cammino. Ma stiamo imparando.” Brad Blanton.

  1. Autenticità: bisogna conoscere se stessi, i propri bisogni e i propri desideri.
  2. Scelta: la libertà di scegliere ogni giorno come vivere la propria vita implica la capacità di assumersi le proprie responsabilità.
  3. Fiducia: ogni persona deve poter fare affidamento sul fatto che gli altri pratichino sempre una sessualità responsabile.
  4. Parità di genere: non possono esserci differenze di genere o di regole.
  5. Onestà: sempre essere sinceri e condividere pensieri e sentimenti con il partner.
  6. Trasparenza: il rapporto deve basarsi su chiarezza comunicativa, prevedendo modalità e finalità esplicite.
  7. Comunicazione aperta: la base di ogni relazione perché evita i conflitti.
  8. Non possessività: nessuno è proprietario di nessuno. Quindi, non può esserci gelosia.
  9. Consensualità: la sessualità deve essere praticata in modo consapevole da tutte le parti coinvolte.
  10. Accettazione dell’autodeterminazione: bisogna essere consapevoli delle differenze individuali e incoraggiare l’altro nella realizzazione dei suoi progetti.
  11. Atteggiamento positivo riguardo al sesso: la sessualità deve mettere tutti a proprio agio ed essere praticata con modalità condivise.
  12. Compersione: essere capaci di gioire della felicità altrui. È l’essenza del successo in relazioni poliamorose.

Relazioni e Patto d’Amore

Abbiamo appena parlato di un concetto fondamentale alla base di tutte le relazioni non monogame: il contratto relazionale o, più poeticamente, il patto d’amore. È un accordo tra tutte le parti che stabilisce le norme da rispettare affinché i rapporti siano completamente consensuali.

In realtà non è un aspetto specifico per la non monogamia, ma dovrebbe essere presente in tutte le relazioni, che siano esse affettive e sessuali, sono romantiche o solo passionali. Anche le coppie monogame, quindi, è importante che abbia regole chiare e condivise. Molto spesso, invece, nelle forme relazionali più comuni, si tendono a dare per scontati molti aspetti che tuttavia non lo sono. Gli assunti impliciti che abbiamo visto prima per la monogamia non sono universalmente condivisi da tutte le persone che decidono di avere rapporti di questo tipo. Ad esempio, si può volere una relazione esclusiva senza necessariamente aver voglia di condividere la stessa casa, avere dei figli o restare nella relazione per tutta la vita.

Curiosità

Quando la coppia non riesce ad avere figli, potrebbe vivere una condizione di infertilità. Per saperne di più vedi anche: Infertilità: Cos’è, Maschile, Femminile, Cause e Conseguenze 

Il patto d’amore è quindi fondamentale per tutte le modalità di relazioni. Consideriamo, infatti, che la relazione può sempre cambiare nel corso del tempo: tutto ciò che riguarda la sessualità è correlato a fluidità.

Se vuoi qualche spunto su come cambiare vita, puoi leggere anche: Come cambiare vita: 6 regoel per dare una svolta a 20-30-65 anni

cuore fatto con le mani

Elementi da concordare in coppia

Quali sono, dunque, gli aspetti che devono essere decisi di comune accordo quando si vuole condividere la dimensione sessuale e/o affettiva con più persone?

  • Voler essere messi al corrente o meno delle attività sessuali del partner, con descrizioni più o meno dettagliate delle attività praticate.
  • Lasciare libero il partner di sperimentare la sessualità in qualsiasi luogo o spazio, oppure porre delle limitazioni (ad esempio accettare solo rapporti esterni all’abitazione della coppia).
  • Decidere eventuali limitazioni legate agli atteggiamenti romantici o alle pratiche sessuali (ad esempio solo relazioni sessuali o anche romantiche, solo rapporti orali o con penetrazione).
  • Applicare un veto su alcune persone nel caso in cui si decida di poter avere rapporti solo con individui che nessun partner conosce.
  • Scegliere se è possibile vedere lo stesso partner sessuale più di una volta o preferire rapporti occasionali.
  • Qualora le relazioni extraconiugali siano concepite più come un “gioco di coppia”, si possono concordare le modalità di scelta del partner, gli indumenti che l’altro indosserà per l’incontro o le pratiche che dovrà mettere in atto.

L’amore non dà nulla se non se stesso,
non coglie nulla se non da se stesso.
L’amore non possiede,
né vorrebbe essere posseduto,
poiché l’amore basta all’amore.

Khalil Gibran