Come cambiare vita: 6 regole per dare una svolta

Come cambiare vita? Una domanda che la maggior parte delle persone, giunte ad un punto preciso della propria esistenza, inizia a porsi.

Per alcuni si tratta esclusivamente di un desiderio da coronare, un po’ come accade nei film. Al contrario, per altri diventa un’esigenza. Quando ci si trova in un “vicolo cieco” del proprio percorso di storia personale, che può essere fonte di ansia, tristezza o frustrazione. In casi ben più gravi, anche dinnanzi ad eventi che hanno uno spiccato rilievo negativo, accompagnare alla depressione.

Dunque, ci si convince che la una soluzione per “evadere” da questo senso di insoddisfazione o malessere possa essere agire sulle condizioni esterne a noi. Avete mai pensato di cambiare lavoro o addirittura, anche sottoforma di scherzo, di lasciare tutto e trasferirvi in un’isola disabitata dell’Oceano Pacifico?

È fondamentale, tuttavia, ricordare che il punto di partenza siamo noi. Come cambiare vita se noi rimaniamo sempre gli stessi, anche dall’altra parte del mondo?

come cambiare vita

Dobbiamo imparare a vivere nel presente, in sintonia con la nostra personalità.

Saper godere delle proprie conquiste quotidiane, così come dell’amore che ci lega a qualcuno. Essere in grado di vivere e gestire il conflitto con noi stessi e con chi ci circonda. Fino a diventare pienamente consapevoli di cosa effettivamente necessita di una svolta nella propria vita.

Vediamo insieme qualche regola da seguire per iniziare a cambiare le cose, ricordando che anche cambiare tre abitudini all’anno può regalarci esiti stupefacenti.

Scriviamo nuove pagine del nostro libro! Come? Partiamo dalle 6 regole da applicare giorno dopo giorno.

Come cambiare vita: 6 regole

Abbiamo già accennato che capire come cambiare vita è una delle domande spesso posta dalle persone. Nei momenti di difficoltà e stress, in cui ci sembra di non riuscire a cambiare le cose, è normale pensare di cercare altrove la propria felicità. La tendenza umana è proprio quella di puntare all’esterno rispetto a sé, credendo che per cambiare vita sia abbastanza cambiare casa, lavoro o città. In psicologia, si parla di locus of control esterno: siamo convinti che gli eventi della nostra vita siano frutto di cause esterne difficili da prevedere e controllare.

In realtà, per capire come cambiare vita per davvero è necessario cambiare prospettiva e visione. Migliorare la percezione di noi stessi, oltre che del contesto in cui viviamo. Il punto di partenza siamo noi: cambiare noi significa riuscire a dare una svolta alla nostra esistenza. Sembrerà impossibile ma, modificando il proprio punto di vista, possiamo anche imparare a vedere ciò che ci circonda in una luce completamente nuova. Siamo così sicuri di sapere cosa cambiare nella nostra esistenza? Ricordiamo che serve il giusto tempo, affrettare le cose ci condurrà soltanto a una delusione. Tutto e subito è una filosofia che non funziona qui. Diamoci l’opportunità di riscrivere le pagine della nostra storia senza accelerare troppo!

Vediamo, quindi, 6 regole basilari per capire come dare una svolta alla propria vita.

Cambiare vita in 6 passi

  • Modificare le proprie abitudini. Parliamo di abitudini malsane come fumare, bere troppo alcool o avere una vita sedentaria, ma non soltanto. Dare una svolta alla propria routine può farci capire come cambiare vita. Il trucco è proprio quello di partire a piccoli passi, iniziando a cambiare le cose nell’arco della nostra giornata. Volersi bene significa anche questo! Una buona dose di amor proprio, un pizzico di sano narcisismo che può sempre essere utile.
  • Eliminare le persone nocive. È importante, oltre che piacevole, circondarsi di persone positive, che riescano a condividere con noi successi e fallimenti. Spesso e volentieri, il panico di rimanere da soli ci spinge a sottovalutare l’importanza di scegliere con cura le amicizie. Avere accanto qualcuno che riesca a farci cambiare idea e a modificare la nostra prospettiva, è la chiave per dare una svolta alla propria vita.
  • Viaggiare. Esplorare nuove mete è un ottimo modo per capire come cambiare vita. A volte è necessario allontanarsi dalle abitudini della vita quotidiana, approfondire la conoscenza di una cultura, modificare i propri ritmi e aprirsi a nuove visioni. Non serve sempre attraversare un oceano! “staccare la presa” un minimo dal ritmo frenetico di tutti i giorni, così da ritrovare la giusta energia per dare una svolta alla propria vita.

cambiare vita

  • Imparare a dire no. Ne abbiamo parlato in riferimento anche alla comunicazione assertiva: essere degli “yes man” non ripaga sempre. Per fare questo, è molto importante porsi degli obiettivi da raggiungere. Il rispetto nei confronti di ciò che pensiamo ci porterà, a volte, a scontrarci con la visione di qualcuno. Cambiare vita significa anche arricchire il proprio punto di vista, iniziando a considerare spunti non ancora approfonditi.
  • Riscoprire passioni. Il nostro stile di vita è sempre più frenetico, trovare il giusto spazio da dedicare alle proprie passioni è complicato. Diamo il più possibile il giusto peso anche a tutte quelle attività che sono chiuse nel cassetto della nostra memoria. È giunto il momento di tirarle fuori e provare a metterle in pratica! Un corso di pasticceria, riprendere a fare sport piuttosto che imparare una nuova lingua: costituiscono una valvola di sfogo ma anche un ottimo modo per cambiare vita. Partiamo sempre step by step, alla ricerca di una felicità dal gusto tutto nuovo!
  • Credere in te stesso. Siamo il motore di tutto. Anche in quella famosa isola sperduta del Pacifico, dobbiamo imparare a credere nelle nostre capacità e nelle nostre competenze. Questo non significa dimenticare i limiti che ognuno di noi possiede, ma essere convinti di potercela fare. Il cambiamento necessita determinazione, non crediate che sia qualcosa di semplice e naturale. Il desiderio di dare una svolta non significa sempre essere pronti a farlo per davvero!

Come cambiare vita a 20 anni

A 20 anni si ha la percezione di avere la propria vita in pugno. Un sacco di porte aperte di fronte a sé, che non aspettano altro se non essere spalancate. Proprio la varietà di scelte e percorsi disponibili, dopo un periodo dedicato alla ristrettezza scolastica, potrebbe condurre in fallimento. Non abbiate paura, affrontare difficoltà e non capire come cambiare vita è possibile e del tutto normale anche a 20 anni. Affrontare un percorso di orientamento non è semplice e, nella maggior parte dei casi, veniamo catapultati in un mondo di adulti dove apparentemente siamo più liberi. Liberi di fare le nostre scelte, seguire la nostra strada ma, in fondo, tutti tentano di influenzarci con il loro punto di vista.

come cambiare vita

Non esiste un percorso giusto o sbagliato da seguire, tenetelo a mente insieme a queste poche regole:

  • Assumersi la responsabilità delle proprie scelte e dei propri errori. Ad esempio, intraprendere un determinato percorso di studi universitari solo per accontentare il desiderio o l’aspettativa di qualcun altro non ci condurrà lontano. Occorre essere dotati di grande motivazione e anche di un buon metodo di studio. Capire come cambiare vita a 20 anni parte proprio dall’approccio al mondo degli adulti, nessuno può più prendere decisioni al posto nostro. Il rischio è quello di vivere la vita di un altro!
  • Darsi un obiettivo che sia a breve o lungo termine poco importa. Non c’è più tanto spazio, purtroppo, per la tanto amata domanda “chi vuoi essere da grande?”. A 20 anni, arriva il momento di trovare una risposta a questo quesito. Valutare ciò che risulta più adatto a noi e ciò che vogliamo diventare, a questo punto della propria vita, è essenziale. Dove e come ci immaginiamo tra 10 anni?
  • Decidere una strategia, come quando si crea un progetto di costruzione. Ogni volta in cui ci si ritrova a prendere una decisione (decision making) Diventa necessario partire dall’impalcatura per poter dare una base solida all’edificio. Diamoci degli obiettivi e concediamoci dei tempi per raggiungerli. L’organizzazione realistica è la chiave di tutto, sarà sicuramente necessario fare dei cambi di direzione ma l’importante è iniziare a navigare. Si salpa, tutti a bordo! Pronti a capire come cambiare vita?

Come cambiare vita a 30 anni

Cambiando prospettiva, la percezione che si ha compiuti i 30 anni è un po’ differente. Si tratta di un traguardo importante, in cui è possibile anche tirare le prime somme. Si è arrivati dove si sarebbe voluto? C’è ancora tanta voglia di fare? Se la risposta a queste due domande, arrivati a 30 anni, è negativa significa che è necessario capire come cambiare vita a 30 anni. Cambiare direzione è ancora possibile, non temete, perchè dare una svolta alla propria esistenza non ha limite di età.

Sono necessarie forza e determinazione naturalmente, ma capire chi si vuole diventare e se è necessario cambiare rotta è ancora possibile. Trasferirsi all’estero è uno dei desideri più frequenti in chi desidera capire come cambiare vita, non si tratta dell’unico percorso a nostra disposizione però.

Curiosità

Thailandia, Cuba, India e Giamaica, secondo delle ricerche recenti, sono 3 tra le mete più consigliate per cambiare vita.

  • Rischiare, un verbo che spaventa ma che è la base di partenza per dare una svolta alla propria esistenza. Naturalmente include una certa quota di incertezza e incognita di fallimento, iniziare a seguire la propria strada è l’unico modo per capire come procedere. Questo significherà fallire e buttare giù bocconi amari, ma se sappiamo che la direzione è quella giusta nulla potrà fermarci!
  • Fare esperienza, tutta quella che è necessaria a raggiungere i propri obiettivi. Che questo significhi riprendere a studiare, cambiare lavoro piuttosto che intraprendere un percorso di formazione, fatelo! Non si finisce mai di imparare e può rivelarsi la chiave di svolta.
  • Late bloomers, un fenomeno sempre più comune e che darà la giusta motivazione a molti di noi. Letteralmente, “coloro che sbocciano tardi” capaci di insegnarci che la voglia di fare non ha una data di scadenza. Non è mai troppo tardi!
  • Auto realizzarsi, smettendola di compiacere gli altri e pensando finalmente ai nostri di sogni nel cassetto. Che questo significhi cambiare vita e andare ad abitare in Africa piuttosto che aprire una gelateria sotto casa, ogni nostro desiderio ha il suo giusto peso. Arrivati a 30 anni, è giunto il momento di rendersi conto che non è mai troppo tardi per trovare la propria strada.

come cambiare vita

Come cambiare vita a 65 anni

Ad oggi, secondo i criteri internazionali ufficialmente riconosciuti, una persona che ha compiuto 65 anni entra all’interno di quella fascia dello sviluppo esistenziale chiamata terza età.

Cambiare vita, in questi casi, è quasi “obbligato” da una serie di cambiamenti cui la persona deve far fronte. Vi sono fattori naturali legati ad un processo di invecchiamento fisiologico, che è sempre importante monitorare per scongiurare il rischio di patologie neurodegenerative come la Demenza o più specificatamente la Malattia di Alzheimer.

Non di minore rilievo sono i fattori psicologici: è tempo di bilanci!

Tutto questo non impedisce, ad ogni modo, di dare una svolta alla propria. Orientarsi, compatibilmente con le proprie risorse fisiche, psichiche ed economiche verso un invecchiamento positivo. Come fare?

  • Riconoscere e accettare i propri limiti. Ci sono cose nella vita che non possiamo controllare. Bisogna prenderne atto senza cadere nel vortice dello stress. Puntare le forze fisiche e mentali sulle cose che si possono gestire. È questo il modo corretto per essere reattivi all’età che avanza. Affrontare i propri limiti con dignità, ironia e umorismo è un buon modo per dare una svolta alla propria vita in questa fase.
  • Concentrarsi sulle cose per cui si è in grado.
  • Essere consapevoli ed esprimere le proprie emozioni. Non nascondere i propri sentimenti. Questo rischierebbe di sfociare in rabbia, risentimento e deflessione dell’umore. È consigliabile trovare dei modi sani per elaborare le emozioni, ad esempio confidarsi con qualcuno o scrivendo un diario.
  • Dare un senso alle giornate. Come già si accennava, scegliere un hobby da coltivare può essere di grande supporto per cambiare positivamente il proprio stile di vita.
  • Restare connessi con amici e familiari. Si potrebbe optare per un appuntamento a pranzo con un vecchio amico, dedicarsi allo shopping con i propri figli o il gioco con i nipoti.

Come cambiare vita lavorativa

Il lavoro è uno dei mezzi più utilizzati per procedere nel percorso di autorealizzazione. Anche il nostro funzionamento cognitivo ce lo dimostra, attraverso una funzione (memoria di lavoro). Essa permette di mantenere ed elaborare informazioni utili per eseguire numerose attività complesse, incluse quelle che il nostro capo ci impone! Se fatte bene, ci sentiremo sicuramente più gratificati.

Perché il lavoro è così importante? Finito il periodo dedicato agli studi e alla scuola, attraverso la propria carriera lavorativa è possibile infatti raggiungere numerosi successi e soddisfazioni. A lungo andare, è normale che entri in gioco anche la stanchezza e la noia ma è importante tenere a mente questi presupposti agli inizi della propria carriera.

Capita altrettanto spesso, purtroppo, di ritrovarsi con un lavoro che non corrisponde alle proprie aspettative e sperare ogni giorno di capire come cambiare vita lavorativa. La causa potrebbe essere differente: un capo che mette a dura prova i nostri meccanismi di coping, team di colleghi troppo competitivo o più spesso una mansione che non corrisponde ai nostri desideri. Questo, naturalmente, mette a repentaglio la nostra serenità. Dobbiamo quindi prendere in considerazione un cambiamento radicale? Sicuramente la capacità di resilienza aiuta. Ma il passo più difficile è iniziare! Proviamo a metterci in gioco!

  • Comprendere la causa. Prima di prendere qualsiasi tipo di decisione, avventata o meno, cerchiamo di capire la causa alla base della nostra insoddisfazione e del nostro desiderio di svolta. Si tratta del tipo di lavoro? Il lavoro ci piace ma l’atmosfera che si respira meno? A seconda del tipo di risposta, i cambiamenti necessari saranno differenti!
  • Formazione. Essenziale se la risposta alla prima domanda è positiva. Che si tratti della stessa area del nostro lavoro precedente o qualcosa di completamente diverso, è essenziale tornare sui libri! La specializzazione richiesta al giorno d’oggi è sempre maggiore, poter offrire nuove competenze e capacità è molto importante per capire come cambiare vita lavorativa.
  • Preparazione al cambiamento. Uno step necessario da seguire. Abbiamo parlato, poco fa, di decisioni avventate e non possiamo permetterci di fare il “passo più lungo della gamba” quando si tratta di lavoro. Non abbiamo, nella maggior parte dei casi, una sicurezza del nostro futuro lavorativo ma dobbiamo partire da una certa base di solidità. Economica e non solo, anche familiare eventualmente.
  • Coraggio. Importante quando si sta affrontando un cambiamento di una certa portata. Parliamo di sfaccettature diverse di coraggio, dal coraggio di credere nelle proprie capacità fino alla motivazione giusta per capire come cambiare vita. Dobbiamo essere pronti anche ad affrontare cadute e fallimenti, sicuri di voler raggiungere il nostro obiettivo finale d’altra parte. Facciamolo per noi e per la nostra serenità, presente e futura.
  • Parlare. Attraverso il linguaggio verbale e del corpo abbiamo la possibilità di confrontarci con persone a noi vicine o che stanno vivendo un momento simile al nostro può aiutarci. Siamo esseri umani, la comunicazione, in tutte le sue forme, è la nostra “materia prima”. Apprendere nuove strategie di risoluzione dei problemi (problem solving), condividere la propria esperienza e trovare la giusta motivazione è possibile! Attraverso la condivisione e l’empatia. Non siamo soli e circondarsi di persone positive è sempre essenziale!

Come cambiare vita all’estero

Fuggire e andare lontano è una delle prime cose a cui pensiamo, quando desideriamo capire come cambiare vita. Come abbiamo già detto nei paragrafi qui sopra, il lavoro di cambiamento deve partire da noi e non dall’esterno. Se non cambiamo il nostro modo di agire e pensare, il rischio sarà quello di fare un grosso buco nell’acqua. Indipendentemente dal luogo in cui ci troviamo, se continueremo a non sfruttare al massimo le nostre competenze e a riversare le colpe all’esterno, non cambieremo vita.

Una recente indagine di Expat Explorer 2019, realizzata da YouGov per HSBC nei mesi di marzo e aprile 2019 su 18.059 espatriati sparsi in tutto il mondo, il paese dove vivere meglio è la Svizzera. Singapore, Canada, Spagna, Nuova Zelanda, Australia, Turchia, Germania, Emirati Arabi, Vietnam seguono nella classifica dei paesi adatti a cambiare vita. Naturalmente si tratta di un cambiamento di grande portata, vediamo quali sono le cose più importanti da tenere a mente.

  • Madrepatria, rimane il punto di partenza e il nostro trampolino di lancio. Per evitare di rendere un inferno la decisione di allontanarsi da casa, cerchiamo di trovare il modo di tornare in patria durante l’anno. Riuscirà a regalarci un buon senso di continuità per noi stessi e per la nostra storia.
  • Adattamento, naturalmente è la chiave per capire come cambiare vita all’estero. Abbiamo bisogno di adattarci a una nuova cultura, a un nuovo modo di pensare e di vedere le cose. Diamoci il giusto tempo per farlo!
  • Formazione, necessaria dopo aver scelto la meta del nostro cambiamento. A seconda del nostro lavoro e delle nostre aspettative, cerchiamo di capire se si tratta del percorso più giusto da seguire. All’estero è possibile che, anche per la stessa mansione, vengano richieste competenze diverse. Prepariamoci in maniera adeguata per evitare di arrivare impreparati, l’ideale è mettersi in contatto con persone che svolgono un lavoro simile al nostro e vivono già nella zona di nostro interesse.